martedì 28 giugno 2011

L'Italia migliore

 Mio marito ha una cena tra colleghi per il fine anno scolastico. Tra i colleghi ci sono due insegnanti precarie in attesa di un bimbo. Siamo a pranzo e parlando commentiamo nuovamente la brutta frase del ministro Brunetta pensando alla fatica di lavorare in precarietà ,cercando di formare e crescere una famiglia e di tutti i sacrifici che ne derivano.
A questo punto scatta l'idea(non mia ma di mio marito) "visto che questa è invece L'Italia migliore sotto tutti i sensi perchè non mi fai due magliette  da regalare alle colleghe come ricordo dell'anno passato?"
Detto,fatto. Magliette acquistate da Decathlon al mattino e ricamate nel pomeriggio,incartate e regalate alla sera. Io non c'ero ma mi sono presa i miei complimenti,felicissima del lavoro ottenuto. Ed ora passo alle foto. Ciao Elisabetta

Nessun commento:

Posta un commento